Per buona pratica (best practice) si intende un insieme di azioni e comportamenti che, rispetto ad altri simili, si sono dimostrati particolarmente vantaggiosi nella realizzazione di una determinata attività. Si può trattare di una tipologia di progetto, di una scelta metodologica, di un modello di relazione con i partner, di una particolare procedura adottata etc.

L’individuazione e la diffusione delle buone pratiche diventa sempre più importante, perché consente di ridurre tempi e costi grazie alla riproduzione di esperienze già sperimentate e che si sono rivelate positive. La diffusione di buone pratiche dà luogo a un’accumulazione di conoscenza e a un approfondimento continuo del tema nel cui contesto la buona pratica viene diffusa e utilizzata.

Related Posts

GLOSSARIO

SPESA SOCIALE

Con il termine spesa sociale si intende la quota della spesa pubblica, e della spesa privata, destinata a coprire il sistema dello Stato sociale (welfare state). La principale fonte di finanziamento della spesa sociale degli Read more…

NEWS

Inclusione scolastica per ragazzi con disabilità e piattaforme digitali

Condividiamo questo articolo Inclusione scolastica, i 12 passaggi fondamentali del decreto (www.vita.it) che analizza le integrazioni e le migliorie volte al perfezionamento del decreto legislativo n. 66/2017 per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità. Le Read more…

NEWS

L’innovazione nei servizi: la dimensione di rete e quella digitale

La rete dei servizi sociali, dagli asili nido alle case di riposo, è ampiamente improntata a un modello domanda/risposta prestazionale anche se oggi risposte standard ai bisogni del welfare non sono più sufficienti. Le dimensioni chiave, Read more…